RADIO BABEL MARSEILLE

Posted on

{gallery}RADIO-BABEL{/gallery}

SCHEDA TECNICA
Titolo: RADIO BABEL MARSEILLE
Data: 30 aprile 2014
Luogo: Onyx Jazz Club – Casa Cava, Sasso Barisano
Ore: 21
Formazione: Willy le Corre, cantante e percussione corporea /
Matthieu Jacinto, beat-box /
Fred Camprasse, basso vocale /
Mehdi Laifaoui, canto e percussione /
Gil Aniorte-Paz, canto e direzione artistica

Una produzione: Ambasciata di Francia in Italia e Institut français Italia con Fondazione Musica per Roma
Con il sostegno di Institut français, Fondazione Nuovi Mecenati, Sacem, Ministero dell’Istruzione e della Ricerca – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Edison

COMUNICATO STAMPA

Nella Giornata Internazionale UNESCO del Jazz, a Matera arriva Radio Babel, ensemble vocale composto da 5 cantanti provenienti da orizzonti musicali diversi.
Il combo vocale proposto dai musicisti marsigliesi incarna a pieno il melting pot tipico della loro città, crocevia di popoli e culture differenti sin dalle sue origini. I cinque cantanti e musicisti, provenienti dai più svariati universi sonori, dalla poesia contemporanea all’hip hop vocale, cantano il viaggio, l’incontro, lo scambio. Dal quartiere popolare de La Joliette, Radio Babel, esprimendosi con la modalità del canto “a cappella”, racconta Marsiglia, i suoi caffè,  i mercati, i porti, ma anche il mare, l’immigrazione, l’esilio. Cinque voci che si mescolano per creare un universo melodico e ritmico che passa dalla beatbox alla polifonia ai vari ritmi del mondo (cubano, raggae, africano), attraverso la potenza del canto in più lingue (francese, provenzale, creolo, arabo, spagnolo, portoghese).
Le loro creazioni musicali sono influenzate dalla poesia di Louis Brauquier, navigatore poeta marsigliese, che racconta il legame tra la Marsiglia del passato, con l’età d’oro del suo vecchio porto, e la Marsiglia industriale. Quattro voci d’uomini e un beat boxer, senza strumenti. Ciò dona forza al testo, la voce è il primo strumento, trasmettendo una potenza e un’energia che l’avvicina alla poesia.
Il gruppo è composto da Willy Le Corre, cantante e percussionista che con i suoi ritmi africani dona al gruppo grande energia comunicativa, Matthieu Jacinto, specialista di beat-box, Fred Camprasse che si contraddistingue per la sua voce profonda, Mehdi Laifaoui, il cui canto ricorda le melodie del Maghreb e dell’Africa e Gil Aniorte-Paz, che dirige il combo con la sua passione latina.

Il festival Suona francese è organizzato e promosso dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut français Italia, con il sostegno dell’Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem, del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e con Edison in qualità di main partner.

RASSEGNA STAMPA

 

RASSEGNA VIDEO

[spvideo]https://www.youtube.com/watch?v=NESvPmdLC08[/spvideo]