Informiamici: la contraccezione ancora il tema più interessante per i giovani liceali creativi

Posted on

Si è svolta a Roma, presso il Centro Congressi Spagna, la premiazione della seconda edizione del progetto di comunicazione originale proposti dal format INFORMIAMICI e dagli studenti dei licei artistici di tutta Italia. Temi della campagna sono stati bullismo e cyberbullismo, infezioni a trasmissione sessuale, contraccezione e contraccezione d’emergenza. Con particolare interesse proprio per quest’ultima intesa dai ragazzi come quel “salvarsi in corner” quando si commette un errore con l’uso del contraccettivo o quando non lo si è usato affatto.

In linea con le esigenze sempre più pressanti di una comunicazione al pubblico scevra da fake news e bufale di ogni genere, la società medica SMIC è DGMBOX hanno pensato di informare direttamente i ragazzi che divengono promotori della corretta informazione ai proprio coetanei. “Usare sempre almeno il preservativo, protegge dalle gravidanze indesiderate e dalle infezioni a trasmissione sessuale”; non è un caso quindi che il preservativo sia il soggetto ricorrente di 2 dei progetti finalisti. E accanto al preservativo nasce una nuova star: la nuova pillola del giorno dopo, quella a base di ulipristal acetato (nome commerciale ellaOne) che diventa il miglior modo per “salvarsi in corner” quando si verifica un imprevisto e si vuole evitare una gravidanza indesiderata.

Da 3 anni, lo ricordiamo, per facilitare l’assunzione più rapida possibile del contraccettivo d’emergenza, in caso di necessità, la legge consente alle donne maggiorenni di acquistare sia la nuova pillola del giorno dopo che la vecchia direttamente in farmacia e parafarmacia senza ricetta medica (l’obbligo di ricetta è invece rimasto solo per le ragazze minorenni).

Il progetto vincitore dell’iniziativa Informiamici – ovvero il progetto che, oltre ad aver avuto oltre 1500 mi piace, è stato il più votato dalla giuria dei pari -, è il progetto PIC #PrendiloInConsiderazione del Liceo Caravaggio di Roma, realizzato da uno dei gruppi coordinati per questa attività dalla prof.ssa Claudia Stefani.
Questo progetto rappresenta il preservativo come il kit base di diversi sport, dal calcio al golf, passando per la pallacanestro e la pallanuoto, e la pillola del giorno dopo, in questo contesto, diventa modo per salvarsi in calcio d’angolo. La freschezza della linea grafica con silhouette nera, in campo colore pieno, rende la campagna molto moderna e di facile applicazione sui canali social, canali di comunicazione preferenziali per i giovani.

Il progetto #goditelasututtalalinea del Liceo Boccioni di Milano ha ricevuto, all’unanimità dalla giuria tecnica, il premio alla creatività, mentre il progetto #Svitailbullo dell’Istituto Europa Woolf di Roma ha ricevuto, il premio per l’impegno sociale, anch’esso conferito all’unanimità dalla giuria tecnica.

Al gruppo vincitore assoluto, alla presenza del Prof. Emilio Arisi presidente SMIC (Società Medica Italiana per la Contraccezione) e della curatrice dell’iniziativa dott.ssa Maria Luisa Barbarulo, è stata conferita una borsa di studio del valore di €1.000 per ogni partecipante, cifra da spendere almeno per il 50% in formazione. Il gruppo premiato per la creatività ha vinto un premio complessivo di €500, così come il gruppo premiato per l’impegno sociale.

Visto il successo dell’iniziativa, a settembre si ripartirà nuovamente con la III edizione, sempre in collaborazione con i licei che hanno già partecipato negli anni precedenti e rivolta ugualmente a tutti gli altri licei artistici presenti sul territorio nazionale.

Info su: http://www.informiamici.it/

Elisabetta Castiglioni