07 Set 2017
Scritto da
In News

SETTE GIORNI SU SETTE
L’album di esordio di
CAMILLA NOCI

Live di presentazione:
Giovedì 14 settembre – ore 22,00
LIAN CLUB
Lungotevere dei Mellini 7 a - Roma
http://www.lianclub.it/

Storie di una vita “viva”, vissuta vivibile e vitale, sognando in musica nuove atmosfere e sensazioni a contatto con le emozioni e le note latine di Oltreoceano: sono conditi di poesia e talento i sette brani che compongono l’album “Sette giorni su sette”, esordio discografico della cantautrice romana Camilla Noci, innamorata della musica d'autore e di quella brasiliana in tutte le sue sfumature. Un disco autoprodotto e registrato in studio con musicisti di grandissima sensibilità quali Andrea Pistilli alle chitarre e cavaquinho, Guerino Rondolone al basso, Dario Troisi al piano, Matteo Di Francesco alla batteria, Raul Scebba alle percussioni, Giuseppe Tortora al cello e Umberto Vitiello ai cori, con la partecipazione del gruppo di ottoni composto da Carlo Micheli, Franco Marinacci, Simone Alessandrini, Ambrogio Frigerio e Giancarlo Ciminelli.
Un lavoro che nasce nella testa di una ancora adolescente cantante molti anni fa e che trasmette il senso di gioia e determinazione di un’operazione sentita interiormente che si caratterizza per uno stile esecutivo distillato di elementi pop, swing, jazz , funk, latin e afro.
“Sette giorni su sette” afferma Camilla “è l’inizio di un viaggio musicale che disegnavo fin da bambina… Contraddizioni più emozioni di una vita sempre in divenire che ti sorprende e ti mette alla prova, ma con l’energia di quelle note che parlano anche quando tutto sembra restare in silenzio”.
Esaltando la sua amata Roma, così contraddittoria ma così unica, tanto lontana dal sempre adorato Brasile, rievocando ritmiche africane e il fatalismo brasiliano, la cantautrice, dotata di una voce limpida e di grande estensione, riesce a comunicare intrecciando una poetica contemporanea, diretta ed informale a melodie legate alla nostra tradizione.
I contenuti testuali – a volte frivoli a volte più impegnati, scritti insieme al padre Pierluigi - passano invece dalla reazione soggettiva alle regole che impone la vita quotidiana (“Sette giorni su sette”) allo spirito di contraddizione tipico della sua personalità (“Spirito della contraddizione”), dalle aspettative che è meglio non avere per intraprendere percorsi interiori più maturi e razionali (“Da una sera così”) alle vere e proprie attese su qualcosa che potrebbe cambiare anche nel piccolo la nostra esistenza (“Aria di pioggia”); messaggi di speranza che inquadrano la fine di un rapporto come una ripartenza positiva (“Mi fermo qui”) fino all’introspezione sul concetto di effimero che sviluppa il binomio Vita/Morte (“Atomi e poesia”); e infine il gusto spensierato e autoironico di un divertissement come “Bahia”, paesaggio ricorrente nella mente e nella musica di Camilla Noci che conferma quanto questo suo primo lavoro sia solare e propositivo e che vede primeggiare la regola del numero sette: nel titolo, nel numero delle canzoni e, incredibilmente, nella vita quotidiana di Camilla!
L’album verrà presentato in anteprima a Roma il 14 settembre presso il Lian Club. Il repertorio – che verrà eseguito insieme alla cantate da una formazione composta da Guerino Rondolone (basso), Matteo Di Francesco (batteria), Dario Troisi (piano e harmonium), Umberto Vitiello (percussioni e cori), Andrea Pistilli (chitarra), Claudio Giusti (sax) e Mario Caporilli (tromba) - prevede, oltre ai brani del disco, altri inediti ed omaggi speciali ad alcune pietre miliari del cantautorato, come Lucio Dalla, Luigi Tenco e Pino Daniele, oltre naturalmente a classici della Musica Popolare Brasiliana. Ulteriori sorprese musicali condiranno la ricca serata.

L’avventura musicale di Camilla Noci inizia a 6 anni di età, quando la sua grande passione per il canto le fa superare un provino per lo Zecchino d'Oro.
Più tardi si avvicina al canto gregoriano e polifonico iniziando a cantare in un gruppo musicale composto da medici, all’interno del quale il padre ricopre il ruolo di chitarrista.
L’universo jazz entra nella sua vita dapprima con la frequentazione dei corsi di canto, pianoforte e arrangiamento presso il Saint Louis College of Music di Roma e successivamente con una gavetta in alcuni locali di Roma, dove il jazz è però solo il primo passo nella scelta di un repertorio che toccherà presto anche funk, blues e pop, per incentrarsi poi esclusivamente sulla musica brasiliana in tutte le sue sfumature e sul suo progetto cantautoriale .
Nel corso di una poliedrica attività artistica, Camilla partecipa a spettacoli teatrali e musical come cantante e attrice, collabora come aiuto regia al teatro Parioli e porta le sue canzoni alle radio, ai Festival, alla casa del Jazz di Roma, a Castrocaro e a The Voice of Italy.
Dopo la laurea in etnomusicologia con una tesi su Antonio Carlos Jobim, arriva in Brasile dove conosce la vera realtà musicale brasiliana: innamorata di Rosa Passos, della bossa nova e del samba, coglie l’occasione per esibirsi nel “Pais Tropical”, collaborando con diversi musicisti brasiliani, scoprendo ed entrando nella realtà locale, vivendo i locali in cui si suona l’MPB, l'Afoxe, il Baiao, il pagode e avvicinandosi all’arte di alcuni fra i più grandi nomi della musica locale come Djavan, Seu Jorge, Vanessa da Mata, Arlindo Cruz, Lenine, da quel momento i principali riferimenti della sua scrittura.
Camilla Noci compone insieme al padre, musicista per passione ma con un forte background immerso negli anni ‘70 italiani, caratterizzato dall’eco di cantautori come Sergio Endrigo, Lucio Dalla, Pino Daniele, Daniele Silvestri. Forte è anche l'influenza di artisti stranieri come Michael Jackson, George Benson, Donal Fagen, Earth Wind & Fire e Stevie Wonder.
Il suo esordio discografico, “Sette giorni su sette”, realizzato con la collaborazione di alcuni tra i migliori musicisti della scena nazionale, è la prima grande prova al pubblico della sua comunicazione vocale e compositiva: semplice, immediata e dinamica.

04 Set 2017
Scritto da
In News

Quinta edizione per il festival Food&BooK, dedicato al Libro e alla Cultura Gastronomica, che nella splendida cornice liberty delle Terme Tettuccio di Montecatini Terme vede da qualche anno incontrare scrittori che raccontano il cibo nelle proprie opere, chef che lo presentano nelle ricette e in libri di successo e autori di saggi sull'alimentazione e l'agricoltura.
Giovedì 21 settembre alle ore 11,30 presso il Ristorante Alfredo alla Scrofa di Roma, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della manifestazione durante la quale Bruno Ialuna, assessore alla cultura del Comune di Montecatini, Sergio Auricchio e Carlo Ottaviano, rispettivamente direttore organizzativo ed artistico della rassegna, introdurranno in dettaglio il programma, mentre Olivia Reviglio di Slow Food presenterà Slow Wine 2018 e l'Assemblea dell'Alleanza dei cuochi, eventi che si svolgeranno negli stessi giorni e nella stessa location di Food&BooK.
L’incontro romano sarà anche una speciale occasione per assaggiare le famose fettuccine di Alfredo, oggetto di un volume che verrà presentato in anteprima proprio durante il Festival di Montecatini. Dati i posti limitati, la conferma all'incontro è obbligatoria.
www.foodandbook.it | facebook.com/foodebook | twitter.com/foodebook

28 Ago 2017
Scritto da
In News

SAGRA DEL FAGIOLO CARNE

Quinta edizione per la tradizionale sagra di Fabrica di Roma (VT)

15-16-17 Settembre 2017
Dalle ore 19,30
(Domenica cucine aperte anche a pranzo, dalle ore 12,30)

Parco Le Vallette
Fabrica di Roma (VT)


Ricercato in cucina per la sua prelibatezza, elemento ricco di proteine, vitamine, amidi, fibre, calcio fosforo e ferro, il fagiolo carne è tra le semenze autoctone in via d’estinzione. Ad esso è dedicata una celebre sagra che il comune di Fabrica di Roma, territorio tra i maggiori produttori del fagiolo, organizza da alcuni anni. La quinta edizione, in programma i prossimi 15, 16 e 17 settembre offrirà un programma conviviale di intrattenimento musicale che accompagnerà il ricco menu del rinomato “faciolo”: a prezzi popolari, negli stand all’aperto allestiti in Parco Le Vallette, sarà possibile scegliere tra antipasti, primi tipici del luogo e secondi rivisitati.
La storia del fagiolo carne – conservata in parte negli archivi fabrichesi e in parte in quello di stato viterbese, è legata ad una tradizione che si è evoluta nel tempo: la cultura contadina ci informa che in epoche remote veniva addirittura usato come pagamento in natura per il canone di locazione di terreni e fu per secoli la principale forma di sostentamento per la povera gente. Riscoprirne il gusto attraverso la sagra è anche una buona occasione per scoprire Fabrica di Roma, antico paese della Tuscia viterbese ricco di storia e monumenti che celebra la cultura e la gastronomia del territorio anche attraverso altri eventi nel corso dell’anno.
La sagra del fagiolo carne è organizzata dal comitato San Matteo in collaborazione con il Comune di Fabrica di Roma.

V SAGRA DEL FAGIOLO CARNE

Il menu:
Antipasto del fagiolo
Gnocchetti co i facioli (piatto tipico fabrichese)
Facioli co e cotiche – Facioli co e sarcicce
Facioli e gamberi – Sarcicce alla brace
Patatine Fritte – Insalata

Programma Musicale:
Venerdì 15 – Raggi Gamma – Sigle cartoni animati della televisione anni -70 – ’80 – ’90
Sabato 16 – Mago Alivernini – Tolomei Brothers Stornelli toscani
Domenica 17 – Cerchi magici – Stornelli romani


Infoline e prenotazioni: 366 2356728 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina FB: https://www.facebook.com/sagraFagioloFabrica/?fref=ts

24 Lug 2017
Scritto da
In News

For the 200-year-old bicycle, a festival focuses on the culture of cycling: among the curiosities introducing the Italian speed record bicycle, Sio's adventures coming back from his tour at the Arctic Circle, innovative bicycles and special test runs...

22-23-24 September 2017

SPIN CYCLING FESTIVAL ROME
Three days of fun, passion and bicycle culture

 

Guido Reni District
Via Guido Reni 7, 00196 Rome (Italy)
Opening hours h 10-19 and 19-24

Admission: € 10; Reduced € 8; Children up to 12 years free admission.

The initiative is part of the Estate Romana 2017 program promoted by Rome Capitale - Council for Cultural Growth in collaboration with Siae (Italian Company for Authors and Publishers)


Daily bicycle use is today the most trusted symptom of a city's health: a metropolitan area that shows balance between different means of transport is efficient and productive, sustainable, healthy: the most beautiful.
Italy is still a very backward country on sustainable mobility and public space renewal policies, but global change is now being triggered, and cycling traffic is growing visibly even in a city like Rome.
On this line of thought, the Spin Cycling Festival, a three days dedicated to cycling culture, to help change and offer comparisons and information, is scheduled for the 22nd, 23rd and 24th September in the Guido Reni District (Flaminio district, next door at the MAXXI Museum). Born in London and considered an international success event, Spin (one of the ways to say pedal) is a festival where citizens can try bicycles of the best producers in the appropriate test runs; Take part in city bikes tours; Listen to the protagonists of activism in the talk area; Watch the programming of video and film on bicycle culture, without losing good food and spaces for sociality.
Three days of celebration also designed to celebrate the 200 year old (1817-2017) of the bicycle, the "perfect vehicle": in this context will be exposed first of all the prototype of a bicycle-priced PulsaR Italian speed record, designed by the Polytechnic team of Politecnico di Torino University and it will be possible to explore in detail the products of renowned international brands such as Brompton, Moustache Bikes, Tokyobike, Giant, Askoll, Specialized, Brooks, Closca and many more. Wide space will be given to electric bicycles, cycling-tourism and start-up and young designer innovations.
The rich program of the "Spin talk" area includes, among other things, the presence of Sio (Simone Albrigi), exponent of the most famous YouTuber and Italian cartoonists, returning from a round trip to the Arctic Circle (see “uncommon: Arctic” on FB); Gianluca Santilli, president of Granfondo Campagnolo Roma, Alberto Fiorillo, Metropolitan Legambiente Head of Environment, spokesman for GRAB project; Anna Becchi, vice president Salvaiciclisti Roma and referent of the BikeToSchool Roma project; Lamberto Mancini, General Manager of the Italian Touring Club; The writer and musician Andrea Satta and many other stakeholders who will debate the issues of bike paths, road safety, technological innovation, bike economy and cyclotourism. The meetings will be covered by a review of videos, music clips, travel documentaries and films including the projection of Bikes Vs. Cars, by F. Gertten.
In the space “art”, there will be some theatrical shows and workshops for children on road education and a collective exhibition of the best national and international illustrators who dedicated their production to the bicycle world, including Riccardo Guasco, Emilio Rubione, Toni Demuro and Roberta Mistretta.
Finally, there will be a Club Cycle with a library, a cycle shop, bars, video projections, DJ sets and musical interventions dedicated to all bikers, including the Têtes de Bois concert on Sunday 24 at the closing of the event.

Spin Cycling Festival Roma is organized by the IMF Foundation with the support of Roma Capitale - Council for Cultural Growth, the patronage of - International Cycling Union and FCI - Italian Cycling Federation, and the partnership of Touring Club Italiano, FIAB - Italian Federation of Bicycle Friends, Granfondo Campagnolo Roma, CycloPride Italia APS.

Website: http://www.spinrome.com/
Official FB Page: https://www.facebook.com/spincyclingfestivalroma/

JoomShaper

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.